• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

Giornate AMEI 2017

News image

  GIORNATE DEI MUSEI ECCLESIASTICI V edizione 21 e 22 OTTOBRE 2017  *** Ingr...

Leggi tutto

Da Vedere

Il Palazzo Orsini di Pitigliano

 

Logo UFFICIALE Museo Palazzo Orsini    Logo Museo Rilevanza Regionale 460X221   Logo Musei di Maremma Logo AMEI


  Mostra VOLTI Banner


 IZI Travel

 scarica l'APP IZI.Travel e usala offline come video-audioguida   



AVVISO:

Causa 2019-nCov e a seguito del DPCM 9 marzo 2020 si comunica che il Museo di Palazzo Orsini rimarrà chiuso fino al 3 aprile 2020 salvo ulteriori disposizioni delle autorità competenti.

La Cattedrale di San Pietro a Sovana, essendo anche e soprattutto un luogo di culto, rimarrà aperta in particolare per questo Anno Gregoriano e a motivo dell'esposizione delle spoglie di San Gregorio VII; è obbligatorio, a norma del DPCM 9 marco 2020, mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro e evitare ogni genere di contatto fisico tra persone; il personale addetto è autorizzato a far rispettare le normative vigenti. Si consiglia di contattare il personale: 0564 616532  |  email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



 

 

 

 IL PALAZZO ORSINI DI PITIGLIANO

 

altlink: Vie della Bellezza


L’immensa mole del palazzo-fortezza dei Conti Orsini caratterizza gli affascinanti quadri ambientali di Pitigliano, la città del tufo. Iniziato a costruire nel secolo XII come fortezza dai Conti Aldobrandeschi di Sovana, nel 1313 passa alla famiglia Orsini per il matrimonio di Anastasia, figlia di Margherita Aldobrandeschi, con Romano e diventa la residenza della nobile famiglia. Nuovi interventi di ampliamento vengono realizzati nel 1465, in occasione del matrimonio fra Niccolò III Orsini con Elena dei Conti di Montelanico, mentre nel 1520 vengono rinnovate le strutture difensive per adeguarle alle nuove armi da fuoco, su progetto del famoso architetto Antonio da Sangallo il Giovane. Il palazzo segue poi le vicende della Contea Orsini, data in permuta ai Granduchi di Toscana nel 1604 e dai Medici passa, nel 1737, ai Lorena, che ne modificano gli spazi interni. I nuovi Granduchi lo cedono nel 1793 al Vescovo di Sovana perché diventi la sua residenza e sede della Curia vescovile.

L’austera architettura esterna, con l’alta torre del cassero animata da merli e apparato a sporgere, avvolge un elegante piazza interna, preannunciata dal portone di ingresso a bugnato sormontato dall’aerea loggia del Sangallo. La piazza è animata da scale esterne, da un classico portico, con colonne ioniche, da finestre di gusto quattrocentesco e da un pozzo esagonale in travertino, decorato con grandi stemmi della Contea di Pitigliano e del Conte Niccolò III e affiancato da due colonne in stile corinzio unite da un classico architrave. Particolarmente elegante è il portale del palazzo, ingresso al museo, in travertino riccamente scolpito alla fine del secolo XV con festoni e un emblema inneggiante alla fedeltà militare di Niccolò III, chiamato nel 1495 da Venezia come Governatore in campo delle milizie della Serenissima: due mani stringono con forza un collare da mastino munite di punte e il motto «Prius mori quam fallere».

 


 

 

 link: Vie della Bellezza

vie della bellezza

 

 

Orari e Biglietti

News image

ORARI - BIGLIETTI - CONTATTI     * ORA SOLARE: 10.00-13.00; 15.00-17.00 * ORA LEGALE: 10.00-13.00; 15.00-18.00 (19.00) 25 e 26 dicembre: chiuso * L'accesso è consentito fino a 30 minuti prima della chiusura * Lunedì chiuso (tranne nelle ...

Leggi tutto

Mini Gallery

You are here: